Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

SCOSTUMATI IN TV

 



Qualche giorno fa mi è capitato di vedere, sia pure per pochi minuti, un programma televisivo mattutino condotto da Roberta Capua.


Non ho mai pensato di arruolarmi nel corposo esercito dei critici televisivi, anche per naturale ritrosia nei confronti di un mestiere che trovo spesso inutile e ancor più spesso dannoso. Queste brevi note, quindi, costituiscono la classica eccezione, che dedico ad una giovane Signora, che un dì vinse il titolo di Miss Italia, perpetuando una tradizione familiare, riuscendo poi, con sobrietà e senza affanni, a meritarsi lo spazio conquistato nel dorato mondo multimediale.


Non so cosa vi fosse dietro quanto è successo e nemmeno m’interessa saperlo. Trovo semplicemente disgustoso, tuttavia, che si dia spazio ad autentici passanti, senz’arte né parte, che amano conquistarsi il loro quarto d’ora di celebrità facendosi ricordare per un linguaggio da caserma e per l’assoluta mancanza delle più elementari norme di buona educazione (non è il caso di parlare di stile). Mi riferisco al tizio che ha impasticciato con schifezze varie il volto di due sprovvedute signore, mi sembra fossero sorelle, dandosi le arie di un grande estetista.


Un villano, che ha offeso ripetutamente le povere vittime, mettendo in forte imbarazzo Roberta Capua, il cui disagio era ben palpabile.


Come se non bastasse, subito dopo, è stato il turno di Roberto Vissani. Il personaggio lo conosciamo, e non è il caso di ripetere concetti più o meno da tutti condivisi. Siccome al peggio non v’è mai limite, forse per invidia nei confronti dell’altro ospite, che in scostumatezza si era dimostrato molto ferrato, ha esordito offendendo la conduttrice per l’abito che indossava. Non ricordo esattamente le parole: posso solo dire che se in studio vi fosse stato un vero uomo, come minimo l’avrebbe preso a calci nel sedere, obbligandolo a scusarsi.


Roberta Capua, ancor più a disagio, ha cercato di replicare qualcosa per far intendere che si era oltrepassato ogni limite. La risposta? “Sei offesa? E allora togliti la parte offesa”. No comment.


Non so cosa sia successo poi e se l’episodio abbia avuto degli strascichi.


Mi auguro solo che Roberta Capua abbia degli amici che le vogliano davvero bene e non siano implicati nelle pastoie televisive. Perché, in alcune circostanze, non servono le proteste con i direttori di rete, con gli autori, con coloro i quali, per i più svariati motivi, si chiamino esse bustarelle, raccomandazioni o quant’altro, consentono che in un programma offerto dal servizo pubblico si scenda al livello delle emittenti di quartiere, o addirittura peggio.


Non si tratta di incitare alla violenza; ma se qualcuno offendesse in quel modo una mia amica, io lo prenderei a calci. E solo una buona razione di calci, quel giorno, si meritavano Vissani e l’altro compare. Insieme con qualche dirigente RAI, ovviamente.


Annunci

3 Risposte to “SCOSTUMATI IN TV”

  1. Questo è uno dei motivi per cui non vedo quasi più la TV,
    ciao,
    Luciano

    Mi piace

  2. ti ringrazio molto per l’haiku lasciato nel blog…torna quando vuoi…

    Mi piace

  3. Guardo la televisione ogni giorno, velocemente mentre preparo il pranzo e considera che mangio intorno alle 14.30. Già, svolgo un lavoro piuttosto faticoso, che mi da delle soddisfazioni ma alla quale richiede energia sia fisica che mentale. Il più delle volte mentale. Difficilmente mi soffermo a guardare certi programmi, quindi non ho potuto vedere la puntata di cui tu menzioni. Stando a quanto racconti…non vorrei essere stata nei panni della Capua. La televisione non mi colpisce più come una volta, a parte il fatto che ormai sono tutti reality, c’è questa moda e ormai fanno solo questi generi di programmi, oppure parlano sempre e solo di pallone (chiedo scusa ai maschietti eheheheh;-)), i programmi che mi hanno sempre affascinata sono “stargate”, una volta “la macchina del tempo”, ora un po’ meno, cmq programmi dove si parla di qualcosa di interessante, di storico, di scoperte che hanno fatto. E poi ogni tanto se danno un bel film non lo perdo. La mia vera passione è la lettura e quindi televisione ben poca.
    Ciaooo:-)))

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: