LUIGI LAVORGNA, MIO FRATELLO

Luigi Lavorgna


QUEL POMERIGGIO DI TRENTA ANNI FA


Un dardo lanciato nel tempo
e stelle lontane.
Ricordi mai assopiti
e un nodo alla gola.
Pensieri tumultuosi
e la Tua immagine che vaga.
Dove sei Fratello mio?
Un fiore nel giardino
Un albero nel bosco
Le note di un’antica melodia….
Le onde del mare
il profumo del mosto
e il Tuo sorriso.
Ah se tu fossi qui ora,
a sedare la mia sete…
Sentieri impervi all’orizzonte
e il Tuo volto che si trasforma in luce.

Un pensiero riguardo “LUIGI LAVORGNA, MIO FRATELLO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.