Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

LUIGI LAVORGNA, MIO FRATELLO

Luigi Lavorgna


QUEL POMERIGGIO DI TRENTA ANNI FA


Un dardo lanciato nel tempo
e stelle lontane.
Ricordi mai assopiti
e un nodo alla gola.
Pensieri tumultuosi
e la Tua immagine che vaga.
Dove sei Fratello mio?
Un fiore nel giardino
Un albero nel bosco
Le note di un’antica melodia….
Le onde del mare
il profumo del mosto
e il Tuo sorriso.
Ah se tu fossi qui ora,
a sedare la mia sete…
Sentieri impervi all’orizzonte
e il Tuo volto che si trasforma in luce.

Annunci

Una Risposta to “LUIGI LAVORGNA, MIO FRATELLO”

  1. Leggere le tue parole è sempre un regalo per l’anima.Buona domenica ciao

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...