Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

William Wallace: il Guardiano della Scozia

La tirannide e il terrore sono una costante nella storia degli Inglesi e così, oltre settecento anni fa, anche il popolo Scozzese dovette subire la triste sorte già patita dai cugini Irlandesi. Il Re Edoardo I aveva modi molto sbrigativi per dirimere le questioni politiche e militari: chi non si assoggettava ai suoi voleri veniva ucciso. Ira e ferocia erano elementi del carattere che incutevano grande timore, specialmente in coloro che preferivano cullarsi in un insipido e indegno “quieto vivere”, piuttosto che “levarsi in armi in un mare di triboli per, combattendo, disperderli”. Se è vero che la maggioranza degli uomini si comporta come pecore al pascolo, è ancor più vero che, in ogni epoca della storia umana, vi sono stati Uomini che non si sono assoggettati al giogo della tirannide e hanno tenuto alto, con coraggio e dignità, il vessillo della Libertà, combattendo senza risparmio in nome di essa, sacrificando la propria vita. Questi Uomini sono gli Eroi che non devono essere mai dimenticati, perché è solo grazie a loro che si può ancora coltivare la speranza. Oggi ricorre l’anniversario del martirio dell’Eroe William Wallace, che sfidò la crudeltà di re Edoardo I e infiammò gli Scozzesi conducendoli alla vittoria nella famosa battaglia di Stirling Bridge, nel 1297
Gli Eroi, naturalmente, hanno molti nemici, i più pericolosi dei quali sono i traditori che, tramando nell’ombra, riescono ad avere facile gioco contro chi è aduso a combattere a viso aperto. Sigfrido, simbolo eroico d’eccellenza, chiese ad Hagen se gli fosse amico e alla risposta affermativa gli voltò le spalle. E si beccò una pugnalata alla schiena. Della triste sorte di Michael Collins abbiamo parlato ieri. Del tradimento che ha ucciso Falcone e Borsellino, da parte di quello Stato che loro servivano con “anacronistica” dedizione e dall’alto di una Statura etico-professionale-culturale che, prima di ogni altra cosa, generava grande invidia, siamo tutti testimoni, anche i giovanissimi, grazie alle recenti cronache che stanno lasciando affiorare verità sconvolgenti. Sir William Wallace non sfugge alla regola e anche lui, Patriota Scozzese che aveva infiammato i cuori, fu tradito da uno scozzese che “avrebbe voluto” godere di pari affetto e rispetto, senza avere però la capacità (e il carisma) per conquistarli, maturando quel sentimento schifoso che si chiama “invidia” e che, purtroppo, spesso uccide. Non ne cito il nome, perché è giusto che i traditori restino nell’oblio. Nel 1305, quindi, l’Eroe Scozzese fu catturato in virtù del tradimento e condotto in Inghilterra. Il 23 agosto fu ucciso e squartato. La sua testa venne infilzata su un palo appuntito e posta sul London Bridge. Il governo inglese espose le sue membra in maniera raccapricciante a Newcastle, Berwick, Edimburgo e Perth. Noi oggi lo celebriamo non solo come Eroe Scozzese, ma come Martire per la Libertà, associandolo ai tanti Eroi che hanno immolato la loro vita per un Sacro Ideale.
(lino lavorgna)

‘Dico tibi verum, libertas optimum rerum, nunquam servili sub nexu, vivito fili’. (Frase scolpita sul monumento costruito a Robroyston, sobborgo di Glasgow, dove Wallace fu consegnato agli inglesi”.

“Certo, chi combatte può morire, chi fugge resta vivo, almeno per un po’… agonizzanti in un letto, fra molti anni da adesso, siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi per avere l’occasione, solo un’altra occasione, di tornare qui sul campo, ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai la LIBERTAAAA’”. (Il celebre discorso d’incitamento all’esercito scozzese prima della battaglia).

Annunci

Nessuna Risposta to “William Wallace: il Guardiano della Scozia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...