Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

The final count down

INVITO 3


Sono ore cruciali per la Storia del nostro Paese, perché l’assetto politico che scaturirà dalle elezioni condizionerà, nel bene e nel male, la vita di un intero Popolo per molti anni, partendo da una realtà drammatica, che impone scelte oculate. La speranza è che esse non siano suggestionate né dalla legittima rabbia né dalle cialtronesche elucubrazioni dei conclamati e ben noti venditori di fumo. Una cosa va detta a chiare lettere: il bene e il male sono, da sempre, due facce della stessa medaglia. Gli inetti e i delinquenti che hanno avvelenato il Paese li abbiamo eletti noi, a volte per l’incapacità a discernere il grano dal loglio, a volte con consapevole e colpevole complicità.
L’Italia ha bisogno di riscattarsi da questo atavico percorso, che ovunque ci caratterizza come un Paese incapace di eleggere parlamentari onesti, seri e preparati. Da sempre facciamo ridere il mondo intero; è giunto il momento di invertire la rotta. E’ giunto il momento perché ora vi sono tutti i presupposti per formare una nuova classe politica, con titoli e competenze per avviare le riforme necessarie a colmare il Gap che ci separa dai Paesi avanzati e assicurarci un ruolo di protagonisti. La coalizione guidata dal Senatore Monti è quanto di meglio possa offrire il Paese, in questo momento, politicamente parlando. Il solo affermarlo, in uno scenario che altrove assomiglia a un’armata brancaleone nella quale convive di tutto, (populismo, quaqquaraquismo, affarismo sporco, incompetenza, inettitudine, pericoloso estremismo, mediocrità palesi), costituisce, per chi abbia le idee chiare, una inutile ridondanza, che addirittura potrebbe risultare fastidiosa. Ciò non di meno, invece, tali aspetti vanno ribaditi con metodica frequenza, ovunque possibile, perché il substrato culturale di una percentuale enorme dei votanti è tale da preoccupare non poco. La triste realtà delle lunghe code davanti agli uffici postali e ai CAF, per riscuotere il rimborso dell’IMU propagandato dal buffone nazionale, è sintomatico di una penosa realtà, che ci obbliga ad uno sforzo comunicativo più efficace, per sopperire all’altrui propensione truffaldina e menzognera. (Un appunto: la lettera di Berlusconi presuppone una sequela infinita di reati ed è gravissimo che non sia ancora stata resa pubblica alcuna iniziativa connessa ad una incriminazione).
Ciascuno, quindi, in queste ore si ponga al cospetto degli eventi con la mente sgombra da qualsivoglia pregiudizio e cerchi di ragionare con calma. I “dispetti” sono tipici degli immaturi e il nostro futuro è solo nelle nostre mani. Per Governare non bastano i buoni propositi, ma occorrono anche grandi competenze. A coloro che, invece, vogliono nascondere la testa nella sabbia e a coloro che con spocchiosa saccenza si vogliono astenere dal voto, ricordo solo che il sonno della ragione genera mostri. In questo caso i mostri hanno il volto di coloro che sarebbero eletti grazie ad una massiccia astensione.
(Lino Lavorgna)

Amare l’Italia ha un costo, ma ne vale la pena.

Ovunque, in Italia, vota per Te!

Annunci

Nessuna Risposta to “The final count down”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...