Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

8 maggio 1987: Loughgall Ambush

Murales in Loughgall


Loughgall è un piccolo villaggio dell’Irlanda, abitato da sole 285 anime, ubicato nella contea di Armagh. Anime Irlandesi, destinate a vivere sotto il giogo Inglese. (Io scrivo Irlanda anche quando mi riferisco ai luoghi dell’Irlanda del Nord, impropriamente chiamata Ulster, che invece è una delle province storiche dell’isola, composta da nove contee. Sei di esse fanno parte dell’Irlanda del Nord e le restanti tre si trovano nel territorio della Repubblica d’Irlanda o EIRE). Uso il termine Irlanda nel rispetto di un vecchio monito: A NATION ONCE AGAIN.
L’8 maggio del 1987 questo piccolo villaggio, il cui nome significa “Lago dei cavoli”, assurse tristemente agli onori della cronaca per l’eccidio di otto combattenti dell’IRA da parte dei feroci membri delle Squadre Speciali dell’Esercito, che ivi avevano una loro base. Fu assassinato anche un civile, Anthony Hughes, che si trovò a passare nel posto sbagliato, all’aora sbagliata, con suo fratello Oliver, rimasto gravemente ferito.
Gli otto combattenti facevano parte della East Tyrone Brigade, capeggiata da Patrick Joseph Kelly.
L’imboscata delle truppe speciali ebbe luogo grazie a una soffiata e i combattenti dell’Ira furono trucidati a sangue freddo. Tre di loro furono assassinati dopo essersi arresi.
L’assassinio dei “Martiri di Loughgall” è ricordato come una delle più gravi tragedie che abbiano mai colpito l’Irish Republican Army e una folla imponente prese parte ai funerali. La toccante orazione funebre fu tenuta da Gerry Adams, leader del Sinn Féin, che in quella circostanza ebbe anche parole dure nei confronti dei confratelli al potere nella Repubblica Irlandese, ritenuta troppo accondiscendente con il Governo Inglese, affermando, con voce forte e chiara: “che mai gli inglesi sarebbero riusciti a domare la voglia di libertà degli Irlandesi del Nord”.
Nel 2001 la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha stabilito che dieci membri dell’IRA, tra i quali gli otto Martiri di Loughgall, hanno avuto i loro diritti umani violati dal fallimento del governo britannico, incapace di condurre una corretta indagine per appurare le reali circostanze della loro morte.
Un eufemismo che evidenzia chiaramente, come in yante altre circostanze, la volontà del governo inglese di obnubilare la verità.
Comandante Patrick Joseph Kelly, combattenti Pádraig McKearney, Declan Arthurs, Seamus Donnelly, Tony Gormley, Eugene Kelly, Jim Lynagh, Gerard O’Callaghan, cittadino Anthony Hughes, riposate in pace. Non vi dimenticheremo mai.
(lino lavorgna)

Onore ai Martiri per la Libertà
Un accurato documentario sull’imboscata

Annunci

Nessuna Risposta to “8 maggio 1987: Loughgall Ambush”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...