Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

Difendiamo i Magistrati

Magistrati assassinati dalla mafia, dai terroristi e dalal criminalità organizzata dal 1969 ai giorni nostri.

Agostino Pianta, Pietro Scaglione, Francesco Ferlaino, Francesco Coco (in alto ), Vittorio Occorsio (sotto nell’auto), Fedele Calvosa (dx Occorsio),Riccardo Palma, Girolamo Tartaglione, Mario Amato, Emilio Alessandrini, Cesare Terranova, Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Bruno Caccia, Giangiacomo Ciaccio Montalto, Gaetano Costa, Alberto Giacomelli, Rocco Chinnici, Antonio Saetta, Antonio Scopelliti (sotto), Rosario Livatino, Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino, Luigi Daga, Paolo Adinolfi.


In questi giorni bui, tanti italiani stanno gettando la maschera e scoprono il loro vero volto canagliesco, dichiarandosi pronti a tutto per tutelare i propri privilegi, incuranti del ridicolo e del patetico in cui cadono quotidianamente.
Molti parlamentari definiscono “mascalzonata” la semplice applicazione di una legge; molti giornalisti esaltano come non mai le loro doti di pennivendoli e tutti in coro sputano veleno sulla Magistratura, Pilastro Costituzionale che vuole reggere alla deriva etica che, da troppo tempo oramai, sta travolgendo il Paese.
Non deve essere facile sopportare il peso di tanta scellerata violenza e ritengo giusto, pertanto, lanciare un appello affinché l’Italia Sana stringa accoratamente, in un caldo abbraccio, i Paladini della Giustizia, ringraziandoli per non aver soppresso la speranza.
Abbracciamoli tutti, nel nome dei tanti Colleghi che, per combattere la stessa battaglia di Civiltà, hanno sacrificato la vita.
Il loro esempio funga da Faro e da monito. Mai arrendersi alla protervia dei lestofanti, ovunque alberghino. E sappiate che non siete soli.


Cliccare sulla foto per vederla ingrandita

Annunci

Nessuna Risposta to “Difendiamo i Magistrati”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...