Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

Un po’ di chiarezza sulle vicende di AN


La fondazione di Alleanza Nazionale concede l’utilizzo del simbolo a “Fratelli d’Italia”


Siccome in questo blog vi è un articolo dedicato ad Alleanza Nazionale e il mio nome compare tra i primi cento aderenti al nuovo progetto, che vedeva tra i promotori l’amico Roberto Menia, alla luce delle ultime vicende ritengo utile la seguente precisazione.
Avevo guardato con attenzione, non scevra di perplessità per molteplici ragioni, al tentativo di ricompattare la Destra in un unico soggetto politico.
Partecipai alla riunione programmatica presso l’Hotel Parco dei Principi nel mese di ottobre e ne uscii con ancora maggiori perplessità. Il tutto sembrava che ruotasse intorno a Storace, le cui posizioni sono distanti anni luce dalle mie, senza entrare nel merito di altri aspetti che qui non tratto per ragioni di opportunità e di sintesi.
Mi fu detto da amici di non essere troppo severo, di avere pazienza, che tutto si sarebbe evoluto in modo diverso e che Storace assolutamente non sarebbe stato il “Deus ex machina” del nuovo corso. Non mi convinsero e, giorno dopo giorno, maturai la decisione di non partecipare al convegno del 9 novembre, sempre all’Hotel Parco dei Principi, che avrebbe dovuto sancire la rinascita di “ALLEANZA NZIONALE”.
Mi ero convinto, infatti, che tale convegno si sarebbe trasformato in una inutile boutade perché Storace, Menia e company MAI SAREBBERO RIUSCITI A OTTENERE IL SIMBOLO!
Comunicai le mie perplessità e restai a casa.
I fatti (mi si perdoni l’autocelebrazione: “come sempre”) mi hanno dato ragione.
Quanto deciso dalla fondazione, ovviamente, non mi riguarda, non avendo mai aderito alla vecchia Alleanza Nazionale, alleata e poi fusa con la peggiore accozzaglia di farabutti che abbiano mai cavalcato la scena politica in questo Paese.
E’ chiaro, però, che non ho nulla a che spartire anche con quella nuova, quali che siano i “padroni” e in particolare se si chiamano La Russa, Alemanno e Co.
Bisogna prendere atto, e ne prendo atto, che una vera Destra, in Italia, è difficile realizzarla. I valori che io ritengo ascrivibili a quel termine, per ora, li vedo incarnati solo in quella piccola isola che ho creato io e che si chiama Europa Nazione.
(Lino Lavorgna)

Annunci

Nessuna Risposta to “Un po’ di chiarezza sulle vicende di AN”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...