Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

WELCOME 2014

Personaggi


I riti celebrativi di un nuovo anno sono così forti da surclassare ogni umana contingenza. Gli auguri generici e indifferenziati si sprecano sempre e, negli ultimi tempi, sono esplosi vertiginosamente grazie al web. Il fascino di una cartolina personalizzata, oramai, appartiene alla storia. A onor del vero il web non preclude questa possibilità, ma in tanti trovano molto più comodo utilizzare l’opzione che consente, con un semplice click, di inviare un messaggio a tutti i destinatari che si desidera raggiungere.
“O tempora o mores”, manco a dirlo, è sempre attuale.
Non si può sfuggire, quindi, al “Buon anno” rivolto a tutti, perché almeno per 24 ore è lecito accantonare i pur aspri contrasti che caratterizzano le relazioni sociali nel quotidiano vivere. Anche in guerra, del resto, esiste la tregua.
Il mio messaggio augurale, pertanto, è senz’altro rivolto a tutti, ma siccome non mi piace eccedere in buonismo, ne rivolgo uno più affettuoso a coloro che l’augurio se lo meritano per il loro quotidiano agire al servizio del bene comune.
Sono tanti, ovviamente: molti di più di quanto non si pensi.
Ne ho scelti undici, come simbolo, tra persone che godono particolarmente della mia stima. Uno di loro è volato in cielo da non molto tempo, ma la sua forza vitale è tale da poterlo considerare “sempre tra noi”. Sono volti noti che non necessitano di presentazioni. Ho inserito anche il pescatore Costantino Baratta, muratore di Lampedusa. La mattina del 3 ottobre è uscito in barca, ha avvistato in mare un gruppo di naufraghi eritrei e ne ha salvati dodici. L’Espresso gli ha giustamente dedicato una copertina, eleggendolo a simbolo di tutti coloro che non si tirano indietro. Mi associo.
Il penultimo è più difficile da identificare perché non è “ancora” famoso. (E “ancora” vuole essere un augurio). Si chiama Stefano Zolferino ed è il responsabile dell’ufficio Multimedia di “Europa Nazione”. Un mio caro amico, quindi. Perché riservargli gli onori della ribalta? Perché Stefano, quando l’ho conosciuto, era un nazionalista incallito. L’Italia per lui era il miglior Paese del mondo. La Campania la migliore regione d’Italia. Salerno la migliore provincia della Campania. Il suo quartiere il migliore di Salerno… Oggi Stefano ride di tutto ciò: è bastata una vacanza in Olanda e Danimarca, qualche anno fa, per rendersi conto di cosa significasse la “semplicità accompagnata al talento”. La sua vita è cambiata in un attimo. Ha conosciuto coetanei che parlano correttamente “almeno” cinque lingue, hanno girato il mondo intero e trasudano “cosmopolitismo” in ogni gesto. Si è sentito piccolo piccolo, Stefano, al loro cospetto, e ha deciso di correre ai ripari. Oggi Stefano pensa “Europeo”. Ha imparato in poco tempo Inglese e Francese e ora è alle prese con lo Spagnolo. Il suo percorso evolutivo va proposto come simbolo di qualcosa che è possibile e, in quanto tale, fortemente auspicabile.
La dodicesima immagine è una sagoma indefinita. Chi potrà rappresentare? TE che leggi, se ti sforzerai di prendere tutto il bene che trasmettono le persone inserite nella cartolina e farlo tuo.
Auguri.
(lino lavorgna)

Nella foto, dall’alto, in senso orario.
Barack Obama, Papa Francesco, Nelson Mandela, Aung San Suu Kyi, Gerry Adams, Nino Di Matteo, Claudio Risè, Marco Travaglio, Gli Ecologisti di “Greenpeace”, Costantino Baratta, Stefano Zolferino, Tu (forse).

Annunci

Nessuna Risposta to “WELCOME 2014”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...