Galvanor da Camelot (Lino Lavorgna)
Ho teso corde da campanile a campanile, ghirlande da finestra a finestra, catene d'oro da stella a stella, e danzo. www.lavorgna.it

La grande bellezza. E’ vera gloria?

LA GRANDE BELLEZZA


Tutti felici per il premio vinto da Sorrentino in America. Caspita! Un Golden Globe! Mica una targa alla sagra della pannocchia di Pollena Trocchia!
Ma è vera gloria? A giudicare dal coro di osanna profuso dai media, sembra proprio di sì.
E’ come se il cinema italiano si fosse riscattato, in un colpo solo, da anni di schifezze cinepanettoniali e dalle ancora più fastidiose pseudopellicole pseudoculturali infarcite di pseudofilosofia e interpretate da pseudoattori che, chissà perché, invece di recitare, “sospirano” frasi sconnesse tratte da pseudosceneggiature di quart’ordine.
Contenti tutti, quindi, e in seria crisi d’identità il povero autore di questo articolo.
Forse sono io che non capisco nulla. Forse sono solo un povero cretino che pensa di capire le cose e invece è lontano mille miglia da esse! Perdindirindina! Quel film ha vinto un Golden Globe! E a me è parso una ca… ehm, una “boiata pazzesca”. Il dubbio mi rode! (Ma questo è una costante, non so se dire “purtroppo” o “per fortuna”. O forse lo so e non lo voglio dire).
Riflettendo con calma mi è venuto alla mente un possibile parallelo. Facciamo finta, ad esempio, che un gruppo di buontemponi Francesi, o Inglesi, o Tedeschi, o comunque di uno qualsiasi dei paesi della nostra bella Europa, s’inventi un festival: “IL FESTIVAL DELL’IGNORANZA”. Perché non dovrebbe esistere? Esiste di tutto! Può esistere anch’esso! Come parametro si scelgono i dati di un comitato scientifico di alto profilo: l’OCSE. Si stabilisce una data e si mette in scena un evento di gran lusso, con tanto di presentatore internazionale e diretta televisiva mondiale. Uno dietro l’altro si susseguono i rappresentanti dei singoli Stati. In Norvegia vi è il più alto tasso di scolarizzazione? Bene! In questa classifica il paese scandivano figurerà all’ultimo posto e quindi si esibirà per primo. E così via! A mano a mano che si va avanti, passano sul palco i rappresentanti di tutti i paesi in gara e poi, finalmente, con la giusta “suspence”, il presentatore annuncia: “And the winner is….. ITALY!”. Tutti in piedi! Applausi infiniti e uno studente fuoricorso della Bocconi corre sorridendo sul palco a ritirare il premio: un asino d’oro. Un premio è sempre un premio, no? E un primo posto è un riconoscimento “a prescindere”.
Ecco, pensavo proprio queste cose mentre analizzavo il fenomeno “ La Grande bellezza”.
Perché solo un presupposto del genere può giustificare l’enfasi gioiosa che ha accompagnato la vittoria di Sorrentino.
Il suo film è piaciuto davvero tanto agli americani, perché in esso hanno visto lo stereotipo dell’Italia che loro hanno in mente: un paese che non diventerà mai normale. Sostanzialmente un film mediocre, quindi, che mette in luce il fallimento dei “sogni” di quella borghesia italiana che, per anni, con la puzza sotto al naso e non poca saccenteria ha voluto guardare “a sinistra”, per poi ritrovarsi, da “sinistra”, un capo del governo nipote di un plenipotenziario di mister B., un segretario di partito che sostiene questo governo e trova legittimo interloquire con mister B. e i suoi sodali e una pletora di altri soloni che, con mister B., hanno inciuciato per un ventennio, permettendogli tutte le schifezze possibili e immaginabili in ogni contesto. Bel risultato. Con senso della misura e infinita modestia, poi, Sorrentino è stato abile a fermarsi qui, senza affondare, se non di riflesso, il coltello nella piaga dell’altra faccia della borghesia, quella che guarda a mister B., appunto, perché ovviamente lì vi è il nulla assoluto. E del resto, se Flaubert voleva scrivere un romanzo sul “nulla assoluto” e non vi è riuscito, non è certo, questa, impresa alla portata di Sorrentino.
Comunque, il Golden Globe è vinto e cosa dire più! Viva l’Italia e Viva la Grande Schifezza! Pardon! La “Grande Bellezza”.
(lino lavorgna)

Annunci

Nessuna Risposta to “La grande bellezza. E’ vera gloria?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...