CIAO, ZIO DANNY

Caro Zio Danny, ieri mattina, quando ho acceso il telefonino nel porto di Civitavecchia, dopo due giorni di oscuramento mediatico a causa della navigazione, è stato come ricevere un pugno nello stomaco l’apprendere che avevi iniziato il Grande Viaggio. L’approccio con la caducità della vita caratterizza in modo sostanzialmente diverso la società americana e quella… Read More CIAO, ZIO DANNY

DIECI AGOSTO: SAN LORENZO. TANTI AUGURI, PAPA’.

Caro Papà, oggi manchi di più e pesa, pesa molto, quella sedia vuota a capo tavola. Manchi di più perché è proprio nel giorno di San Lorenzo che affiorava tutta la tua straordinaria, meravigliosa, profonda essenza, pregna di quel retaggio ancestrale che trasmettevi con la semplicità che si addice agli uomini della tua tempra. Era… Read More DIECI AGOSTO: SAN LORENZO. TANTI AUGURI, PAPA’.

CIAO, PAPA’.

Caro Papà, mi accingo a scriverti questa lettera dopo aver sorseggiato il primo caffè di una giornata uggiosa, ovviamente non solo a causa delle nubi che si addensano minacciose, pronte a scaricare pioggia. Il camino è insolitamente acceso, considerato il periodo, e mentre sorseggiavo il caffè ho girovagato un po’ tra i canali televisivi, soffermandomi… Read More CIAO, PAPA’.

19 marzo: San Giuseppe e Festa del Papà (NON del “genitore 1”)

Il termine “imbecillità” proviene dal latino e vuol dire “debolezza fisica o di mente”. In psichiatria indica la condizione di chi è sciocco o poco intelligente, a causa dell’arresto dello sviluppo intellettuale a un livello infantile. Un imbecille si riconosce subito dalle cose che dice. Di fatto è un malato e andrebbe curato. Nei loro… Read More 19 marzo: San Giuseppe e Festa del Papà (NON del “genitore 1”)